Per chi ancora non lo sapesse il Kindle è l’e-book reader di Amazon (l’ho detto che sono Amazon-ossessionata? Lo potete leggere qui!). Le dimensioni del Kindle variano percettibilmente dai 6 agli 8 pollici.
amazon kindle ebook reader touch 8 pollici
Per adattarsi al mercato ne sono stati prodotti diversi modelli:
– Kindle, Schermo da 6″ a inchiostro elettronico, Wi-Fi (non più disponibile – guardalo qui)
– Kindle, schermo touch da 6″, Wi-Fi (con o senza offerte speciali – guardalo qui)
– Kindle Paperwhite, schermo da 6″ ad alta risoluzione (300 ppi) con luce integrata, Wi-Fi (con o senza offerte speciali – guardalo qui)
– Kindle Voyage, schermo da 6″ ad alta risoluzione (300 ppi) con luce integrata a regolazione automatica, sensori VoltaPagina ( Wi-Fi o Wi-FI+3G – guardalo qui)
e continuano a farne uscire frequentemente.

Ho acquistato il mio Kindle (Schermo da 6″ a inchiostro elettronico, Wi-Fi, Nero ) il 21 febbraio 2014 e l’ho pagato 59,00€. Ero molto tentata dalla versione con schermo retroilluminato, ma la spesa di 120 euro del Paperwhite contro i 69 scontati a 59 del modello basic mi sembrava troppa soprattutto non sapendo quanto l’avrei utilizzato. Quindi, avendo un mio collega lo stesso tipo di Kindle, ho ascoltato pareri e consigli: lui stesso mi ha detto che per sopperire alla mancanza dello schermo retroilluminato si era comprato su ebay una cover con una lucina integrata. Dunque mi sono decisa per l’acquisto.

Una foto pubblicata da chiararoberta.it (@chiararoberta) in data:


Il primo approccio a dir la verità è stato complicato. Sempre abituata alla carta, questo aggeggio non aveva nulla a che fare con un vero libro, era innegabilmente comodo e riuscivo
però a portarlo in giro sempre comodamente e quindi favorire la lettura in ogni singolo attimo libero (non sono comunque una gran lettrice eh).

Detto questo, non posso che essere entusiasta di questo apparecchio: la vista non si affatica, al sole si legge benissimo e non ci sono riflessi; distesi a letto non vengono i crampi alle braccia o alle dita come tenendo mattoni cartacei in mano; insomma promosso a pieni voti.
Inoltre non so se sia un tratto comune a tutti gli eBook reader generici o solo Kindle, essendo dotato di Wi-Fi e di una mail che ti viene indicata alla configurazione, caricare i libri è semplicissimo: basta o connettere Kindle con il cavo al computer (io ho Macintosh e non ho mai riscontrato problemi, sempre andato tutto alla perfezione) oppure inviare alla propria mail Kindle (accurandosi di inserire tra gli indirizzi sicuri, per evitare spam, la nostra mail di mittente).

All’acquisto del Kindle, bisogna registrarlo sul sito di Amazon, anche in caso di regalo (soprattutto per tutelarsi in caso di furto). È qui che la registrazione fornisce una mail propria del Kindle che si può utilizzare come vi spiegherà la guida per inviare direttamente i libri senza connettere il dispositivo al computer.

La batteria dura veramente molto, e anche in caso di Kindle scarico, l’apparecchio può durare anche un giorno intero di uso intensivo. Nella confezione viene fornito comunque un cavo per la ricarica che è il classico cavo USB 2.0 che è quello che utilizzano la maggior parte degli smartphone al giorno d’oggi.

Data la mia ottima esperienza, da quel dì dell’acquisto, l’ho consigliato a tutti. Amazon dovrebbe veramente pagarmi perché sono la “causa” dell’acquisto di ben 4 Kindle.

Quando ho acquistato questo ebook reader non c’era la possibilità di avere/togliere le pubblicità, ora invece con ogni modello si può decidere se risparmiare una decina di euro e avere dei banner pubblicitari, oppure non avere nessun tipo di scocciatura ed avere dei bellissimi salvaschermo <3.

In un altro articolo vi parlerò della cover con la lucina che ho acquistato per sopperire alla mancanza di retroilluminazione.
Per oggi è tutto! Bacini baciotti, with love <3 Chiara Roberta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.